Stampa
20
Giu

AVANTI DIRITTI La Cgil di Benevento esprime soddisfazione per la pronuncia del Tribunale di Benevento

. Posted in Articoli

E' stato ordinato alla Impresa Minieri, proprietaria del Grand Hotel Telese, di reintegrare presso la struttura alberghiera un cuoco licenziato.

COMUNICATO STAMPA

 

"GRAND HOTEL TELESE: REINTEGRATO SUL POSTO DI LAVORO LAVORATORE ISCRITTO ALLA CGIL INGIUSTAMENTE LICENZIATO.

 

La CGIL di Benevento esprime profonda soddisfazione per la pronuncia del Tribunale di Benevento che ha ordinato alla Impresa Minieri Spa, proprietaria del Grand Hotel Telese, di reintegrare presso la struttura alberghiera il sig. D’Agostino Oreste (difeso dall’Avv. Pasquale Biondi), cuoco licenziato il 31/12/2013, a risarcirgli tutti i danni subiti ed a versargli i contributi persi.

 

 

Il lavoratore, iscritto alla CGIL di Benevento, era stato licenziato insieme a tutti gli altri dipendenti del Grand Hotel per la dichiarata cessazione di attività dell’albergo intervenuta a fine 2013.

In realtà il Grand Hotel Telese aveva riaperto le porte della struttura pochi mesi dopo, dichiarando di aver trasformato la propria attività da annuale in stagionale, in concomitanza con l’apertura del parco termale, con la conseguenza che i lavoratori, dapprima tutti a tempo indeterminato, sono divenuti dei precari con contratti stagionali, chiamati al lavoro soltanto per pochi mesi l’anno come già accade per i dipendenti delle Terme di Telese.

Il lavoratore, tramite il legale fiduciario della CGIL, aveva denunciato il fatto che l’azienda Grand Hotel Telese non aveva affatto cessato l’attività ma l’aveva semplicemente convertita in stagionale, salvaguardando tra l’altro la posizione del Direttore della struttura, che ha continuato ad avere un contratto a tempo indeterminato e discriminando gli altri lavoratori tutti licenziati. Nella causa si denunciavano inoltre  significative violazioni della procedura di informazione e consultazione con la CGIL (sindacato costituito in azienda)  preventiva al licenziamento.

Il Giudice del Lavoro del Tribunale di Benevento, Dott.ssa Cassinari, con la sentenza n. 572/2015 pubblicata in data 10/06/2015, ha accolto la domanda del lavoratore ordinandone la reintegra nel suo posto di lavoro e condannando l’Impresa Minieri a risarcirgli tutti i danni subiti ed a versargli i contributi persi.

Ancora una volta le rimostranze della CGIL di Benevento nei confronti dell’Impresa Minieri sono state ritenute fondate dalla magistratura come del resto è avvenuto in tutte le precedenti vertenze legali che in questi anni la nostra organizzazione è stata costretta ad intraprendere a causa della rigidità dei vertici aziendali, che, pur ricoprendo ruoli nazionali in Federterme e Confindustria, spesso hanno dimostrato atteggiamenti ostili nei confronti dell’insediamento e dell’attività svolta in azienda della nostra Organizzazione Sindacale.

L’auspicio è quello di ritrovare un clima più sereno per consentire la necessaria agibilità sindacale, anche  allo scopo di  dirimere preventivamente in via bonaria i contrasti che in un prossimo futuro dovessero ripresentarsi, senza dover ricorrere sempre alla magistratura.

CGIL BENEVENTO