Stampa
02
Lug

PRESIDIO DI SOLIDARIETA' AL POPOLO GRECO Organizzato dalla CGIL di Benevento - Venerdì 3 luglio, ore 17 - Benevento, corso Garibaldi, altezza piazza Orsini

. Posted in Articoli

Per un’Europa sociale, dei diritti, del lavoro

SOLIDARIETÀ AL POPOLO, AI LAVORATORI E AI PENSIONATI GRECI

 

Presidio

Corso Garibaldi, altezza Piazza Orsini, Benevento

Venerdì 3 luglio 2015, ore 17.00

 

 

La CGIL ha a più riprese espresso la propria solidarietà al popolo, ai lavoratori ed ai pensionati greci ed ha stigmatizzato l'atteggiamento delle Istituzioni internazionali e della Unione Europea che, non solo richiama la Grecia al rispetto dei vincoli comunitari di bilancio, ma pretende di esautorare nei fatti il Governo greco imponendo scelte brutali di politica economica e sociale per porre rimedio ad una situazione sicuramente grave, anche figlia di errori dei precedenti governi, ma soprattutto di quella logica del rigore e dell'austerità che ha peggiorato le condizioni di milioni di persone senza contrastare efficacemente gli effetti devastanti della crisi: tutte le misure fiscali e le cosiddette riforme strutturali intraprese in questi anni hanno continuato a impoverire il popolo ellenico e la stessa finanza pubblica portando il debito greco a livelli sempre più insostenibili.

 

Spetta al Parlamento e al popolo greco, e non ad altri, decidere del proprio futuro,

nella consapevolezza che la vicenda greca riguarda il futuro di tutta l'Europa.

La CGIL sta seguendo con grande attenzione l'evolversi di ora in ora della situazione. Condivide lo sforzo del Governo greco di proporre misure economiche che si caratterizzano per maggiore equità e giustizia sociale, oltre che per maggiore efficienza economica e finanziaria.

La CGIL è convinta che sia necessario chiedere ai governi dell’Unione europea, alla Commissione e agli organismi finanziari internazionali di tenere aperta la trattativa. Vi sono margini per definire misure condivise e raggiungere gli obiettivi di consolidamento del debito sovrano greco con nuova crescita, più occupazione e maggiore equità sociale.

Anche per questo la CGIL di Benevento non condivide la posizione del Governo italiano come espressa nelle ultime ore. Non è corretto, né strategico, assumere – come apparso fino ad ora - atteggiamenti opportunistici su una vicenda tanto drammatica quanto rilevante per il destino dei popoli europei.

Al contrario, il nostro Paese deve assumere una posizione di sostegno all’elaborazione di politiche economiche alternative all’austerità, a partire proprio dalla riapertura al dialogo e al confronto in sede europea sulle politiche economiche, monetarie e finanziarie utili a risolvere la crisi greca e, in generale, la crisi europea.

Le Istituzioni sovranazionali devono ridare centralità alla politica e alla democrazia,

rilanciando il disegno di pace, il modello sociale e il progetto di sviluppo.

 

CGIL BENEVENTO

Benevento, 2 luglio 2015